Affidabilità conto deposito sicuro Banca Marche

conto-deposito-sicuro-banca-marcheDa AltroConsumo Finanza riporto un articolo interessante su Banca Marche, che con Deposito Sicuro era presente nella classifica dei migliori conti deposito.

 

“Recentemente Moody ha tagliato il rating di Banca Marche. L’agenzia ha ridotto il suo giudizio sull’affidabilità dell’istituto di credito marchigiano dal precedente Ba1 a B3. Qualche credito non rimborsato, il fatto che la banca sia una realtà molto radicata sul territorio e che il tessuto industriale marchigiano non sia immune dalla crisi economica che pesa sull’Italia, hanno ispirato il giudizio di Moody.

C’è da temere per la tenuta dell’istituto che, stando al giudizio dell’agenzia di rating, è ad alto rischio? No. La banca è piccola, se confrontata con un colosso come, per esempio, Monte Paschi, ha circa 300 sportelli e 3.000 dipendenti, e, in caso di necessità, tenerla a galla è tutt’altro che un’impresa impossibile.

Tuttavia, se sei azionista o obbligazionista – sia le azioni, sia la maggior parte dei bond sono stati venduti allo sportello e non sono quotati – ti consiglio, per prudenza, di vendere i titoli in tuo possesso. Lo puoi fare allo sportello: la banca te li ricompra.

E se hai aperto Deposito sicuro, uno dei prodotti per investire la liquidità più interessanti da diversi mesi a questa parte? In questo caso mantienilo, ma a una condizione, quella di non lasciar depositati sul conto più di 20.000 euro, almeno finché Moody resta perplesso sull’affidabilità della banca. Il consiglio vale anche se sei titolare di un conto corrente.”

 

Per tale ragione per ora abbiamo tolto questo prodotto dalla classifica. Da qualche mese abbiamo fatto una distinzione fra grandi banche e piccole banche. Quest’ultime sono spesso molto esposte sulle piccole imprese italiane e, visto la loro capitalizzazione, meno sicure. Come consigliato da Altroconsumo, limita quindi gli investimenti sui loro conti deposito.

Comments

  1. Isabella says:

    Ciao, leggo sempre i tuoi articoli e li trovo precisi e soprattutto utili.
    Una cosa rispetto a questo articolo mi fa riflettere. I 20000 euro che secondo l’articolo di Altroconsumo, che tra l’altro avev già letto, ritengo siano quelli coperti e restituiti subito dal FITD. Ora la regola é cambiata. Sono 100.000 euro subito, dopo che l’importo totale da 103.000 è stato ridotto a 100.000.
    Queste sono le mie informazioni. Se così non fosse correggimi.
    Grazie ancora per il prezioso lavoro d’informazione.

    • ccirus says:

      ciao Isabella. Le tue informazioni sono corrette, Altroconsumo indica di limitare a 20.000 perché in caso di rimborso tramite FITD si perdono gli interessi e inoltre i tempi non sono mai certi.

Speak Your Mind

*